PUnto Cinema:Radiofreccia

Andare in basso

PUnto Cinema:Radiofreccia

Messaggio  Jacopo Di Macio il Sab Lug 24, 2010 5:36 am

Tra i registi esordienti o in questo caso tra gli artisti che si sono cimentati anche nella direzione cinematografica ha riscosso molto successo nel 1998 il debutto alla regia del rocker italiano Luciano Ligabue, che dopo essersi affermato nel mondo musicale ed aver publicato una raccolta di racconti intitolata "Fuori e dentro il borgo" (1997) si butta nel cinema con "Radiofreccia".
TRAMA: La storia è ambientata alla fine degli anni settanta in un paesino dell'Emilia di cui non viene fatto il nome, anche se dai luoghi e dai riferimenti sembra trattarsi di Correggio, a raccontarla è Bruno (Luciano Federico) ai microfoni di Radiofreccia nel suo ultimo giorno di trasmissione in cui con nostalgia rievoca i tempi della fondazione della radio, allora chiamata Radio Raptus, e dei suoi cinque fondatori non che suoi amici, tra cui quello che darà il nome alla radio Ivan Benassi (Stefano Accorsi) detto Freccia. I cinque amici si ritrovano spesso nel bar di Mario (Francesco Guccini), pieno dei classici personaggi che in un paesino vengono notati per le loro stranezze , nel quale si alternano le solite chiacchiere e solo qualche sporadica novità, finchè durante una gita in macchina Bruno e gli altri componenti del gruppo: Boris, Tito e Iena sentono alla radio una nuova trasmissione di una stazione radio indipendente locale che muoveva i primi passi, proprio in seguito a questo Bruno decide di fondare una radio con l'aiuto dei suoi amici per far ascoltare la loro voce e la loro musica preferita. Al racconto dei primi lavori per la costruzione della radio si alternano quelli della vita dei 5 amici, tra questi specialmente Freccia vive una situazione difficile data dalla morte prematura del padre e dalle incomprensioni con la madre che lo portano ad abbandonare la casa, ma soprattutto data da amicizie sbagliate che lo portano ad entrare in dipendenza dall'eroina, questo causerà un progressivo peggioramento nella vita di Freccia che tra furti e fughe dagli ospedali finisce per allontanarsi anche dai suoi amici. Inoltre anche ognuno degli altri ragazzi dovrà combattere con vecchi scheletri nell'armadio e nuove preoccupazioni che porteranno un ulteriore divisione tra loro, fino a ritrovarsi infine in circostanze tutt'altro che liete.
CURIOSITà: Il film ha vinto 3 David di Donatello nel 1999 come: miglior regista esordiente, miglior attore protagonista (Stefano Accorsi) e migliore sonoro in presa diretta e anche 2 Nastri d'argento 1999: migliore regista esordiente e migliore canzone (Ho perso le parole di Luciano Ligabue), Una piccola parte come comparsa se la è riservata anche Ligabue nei panni di un deejay in una radio locale nel film si riconosce infatti anche la sua voce. Il film è ispirato alla raccolta di racconti "Fuori e dentro il Borgo" dello stesso Ligabue datata 1997.
COMMENTI PERSONALI: Un film drammatico che racconta molti temi e problematiche vicine tanto alle generazioni cresciute negli anni settanta quanto a quelle dei nostri tempi, tra queste l'incomprensione verso una figura autoritaria come quella dei genitori, la realtà di un piccolo paese che può portare presto gli abitanti a spingersi verso qualcosa di nuovo per sfuggire alla solita monotonia, e talvolta proprio questo sfocia in una delle problematiche più gravi la tossicodipendenza. Ma nel film c'è molto altro come la voglia di indipendenza dei giovani che porta in questo caso alla realizzazione della radio, oppure i momenti scherzosi passati insieme agli amici del paese che sembrano non cambiare mai, oppure la descrizione dei personaggi che rendono caratteristico il paese con le loro stranezze e i loro vizi. A tutto questo inoltre fanno da sottofondo alcune delle canzoni più belle di quegli anni che compongono una colonna sonora davvero emozionante con artisti del calibro di David Bowie, dei Lynyrd Skynyrd e Iggy Pop oltre ai due singoli in anteprima di Ligabue.



Jacopo Di Macio

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 01.04.10

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum