DIVORZI: POCA SERIETA' O MENO IPOCRISIA?

Andare in basso

DIVORZI: POCA SERIETA' O MENO IPOCRISIA?

Messaggio  valeria il Dom Mag 15, 2011 3:38 pm

Andando avanti negli anni sono sempre di più i matrimoni che terminano. A piovere sono subito le critiche come “Oggi c’è poca serietà. Anni fa c’erano più valori”.
Questa è una frase che spesso viene ripetuta proveniendo dalla bocca di molti anche se non la maggior parte.
Secondo le statistiche, più della metà dei matrimoni non ha esito positivo e termina con separazioni e divorzi, senza considerare le “separazioni in casa” che non sono dimostrabili.
E’ un dato a dir poco rilevante e senza dubbio vi è una differenza sostanziale tra gli ultimi decenni e il periodo precedente.
Fermandoci solamente alle statistiche viene quasi spontaneo affermare che nel passato vi era serità, si credeva nel matrimonio e nei valori e che oggi invece sono tutti portatori di valori negativi, persone poco serie e che pensano solamente al superfluo.
Riflettendo però, è da notare un cambiamento della mentalità tra i due periodi che può rendere comprensibile, anche se non sempre giustificabile, una rottura di un matrimonio.
Innanzitutto la mentalità maschilista che ha dominato fino a non molto tempo fa e l’istutuzione del divorzio solo negli anni ’70 e non prima, costituiscono due fattori non certo irrilevanti.
Sicuramente esistendo prima di questo periodo solo il sacro vincolo del matrimonio e non esistendo il divorzio era impensabile un eventuale scioglimento. Inoltre essendoci una mentalità maschilista, era ancora maggiormente impossibile pensare ad una cosa del genere anche se si era vittima di adulteri, di violenza o stalking.Una separazione, anche se non legale, avrebbe suscitato uno scandolo immenso e per questo si andava avanti anche se non venivano rispettate le promesse fatte il giorno stesso del matrimonio.
Gli anni dal 1968 fino all’inizio degli anni ’80 sono stati portatori di un cambiamento totale nella società e nella mentalità: dalle rivoluzioni studentesche e femministe, dall’istituzione dell’aborto e il divorzio, si è cominciata ad affermare la mentalità attuale con i suoi lati positivi e negativi. Sicuramente meno maschilismo (anche se adesso non è ancora del tutto superato), e quindi più libertà di scelta per le donne nella società, nella politica, nel lavoro hanno rivoluzionato il ruolo della donna anche all’interno del nucleo familiare. Dall’angelo del focolare, ora la donna ha cominciato ad avere la possibilità di poter lavorare, iniziando cosi ad avere “potere”, diritti anche nella famiglia. La nuova mentalità, la maggiore libertà, ha portato a non tollerare più atteggiamenti ora obiettivamente scorretti come gli adulteri e la violenza domestica sfociando cosi nell’istituzione del divorzio nel 1974 e suscitando aspre polemiche tra i più conservatori.
Quindi oggi, se avviene un divorzio è perchè si è poco seri o meno ipocriti?

VALERIA SCHIAVI

valeria

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.01.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum