UDC A SAN MARTINO, MA E' TUTTO GRATIS

Andare in basso

UDC A SAN MARTINO, MA E' TUTTO GRATIS

Messaggio  Brother il Dom Set 04, 2011 6:27 pm

Dal 1 al 4 settembre nella doppia location di San Martino e di Fossanova, si è tenuta la prima “Summer School Udc” che ha portato più di 100 under 35 del partito, per la maggior parte già coinvolti nelle diverse amministrazioni locali, ad una quattro giorni di formazione e incontri allo scopo di costruire la nuova generazione di cattolici in politica. La presenza di personalità del calibro di Casini, Cesa e Buttiglione hanno dato ancor più lustro a questo grande evento che Priverno ha avuto la fortuna di ospitare. Adesso voi dovreste domandarvi: “Bhè, dove sta il problema? Una bella occasione per il nostro piccolo paese?”. In realtà non è proprio così; il tasto dolente della questione sta nella decisione della giunta Macci di aver concesso a titolo gratuito i locali di San Martino al partito di Casini. Discorso diverso merita il locale dell'ex-infermeria di Fossanova, di diretta competenza dell'ente provincia.
Tornado però a San Martino, la delibera di giunta n. 50 dell'8/03/2000 fissa i corrispettivi per la concessione dei locali in questione con deposito cauzionale di 258€. Delibera questa che avrebbe dovuto regolare anche il caso in questione . Al contrario la motivazione addotta a favore della concessione gratuita è palesemente infondata. Nella delibera 153 del 26/07/2011 giustifica tale procedura visto che le delibere n.286 del 2007 e n.324 del 2008, prevedono la clausola concernente la riduzione o l'annullamento del rimborso spese in caso di patrocinio/riconoscimento di valenza culturale o sociale dell'iniziativa. Ma come si può riconoscere una valenza culturale e sociale ad una scuola estiva di formazione per i quadri giovanili di un partito? Se l'amministrazione avesse fatto valere il regolamento vigente sulle strutture in questione, di certo il rendez vous moderato sarebbe stata un'ottima occasione per rimpinguare le casse comunali e allentare così lo stato di magrezza di questo periodo.
Al contrario, il sindaco Umberto Macci, avallato dalla sua giunta, non ha fatto altro che disporre di un bene comune come una sua proprietà; se i cittadini ancora dubitano del passaggio del sindaco dalle file di Nuova Area e quelle del partito di Casini, questa è la prova che lo mette con le spalle al muro. Per ultimo, non per importanza, una piccola riflessione su queste Summer School che vanno tanto di moda. Ecco cosa ne pensa Renato Stanco di Lettera 43: “A dire il vero, i seminari per i giovani servono in realtà più agli organizzatori e alle Fondazioni che presiedono. Le scuole di politica, alla fine, si riducono a un siparietto dietro al quale si nasconde l’ufficio di collocamento per futuri portaborse e assistenti parlamentari”.

Brother

Messaggi : 89
Data d'iscrizione : 03.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum