I pirati della Silicon Valley.

Andare in basso

I pirati della Silicon Valley.

Messaggio  Jacopo Di Macio il Dom Ott 09, 2011 3:11 am

(di Jacopo Di Macio) I pirati della Silicon Valley- Il regista canadese Martyn Burke racconta, in un film destinato al pubblico televisivo, quella che fu una vera e propria rivoluzione non solo nel campo dell'informatica ma anche nella vita comune di ognuno di noi, e che avrebbe portato alla creazione di un oggetto ormai presente in ogni casa, il personal computer.
Il film ha inizio con una immagine familiare, Steve Jobs (Noah Wyle) che con il classico abbigliamento casual dall'altezza del palco si rivolge al suo pubblico, ma stavolta non si tratta della presentazione di un nuovo prodotto bensì di un importante annuncio in cui comunica la fine delle ostilità tra lui ed il suo storico rivale Bill Gates (Anthony Michael Hall) la cui figura presente in videoconferenza si staglia dal grande schermo sul pubblico incredulo. A questo punto un flashback ci riporta negli anni settanta in cui tutto ebbe inizio anche se in sedi diverse, infatti mentre Steve Jobs con il suo grande amico Steve Wozniak (Joey Slotnick) trascuravano l'università di Berkley per lavorare nel garage alla messa a punto del prototipo del primo personal computer, dall'altra parte Bill Gates ed il suo socio Paul Allen (Josh Hopkins) nei dormitori dell'università di Harvard cominciavano a scrivere il Basic per l'appena uscito computer Altair.
Da questi iniziali lavori nacquero quelli che sarebbero divenuti i due colossi informatici: la Apple e la Microsoft, ma mentre il successo della Apple dovuto alla creatività e al duro lavoro del duo Jobs-Wozniak portò rapidamente i suoi frutti tanto da trovare ricchi finanziatori, e da circondarsi di un folto numero di collaboratori fino ad arrivare a dichiarare guerra alla IBM, per quanto riguardava la Microsoft invece dopo un iniziale periodo cupo il vero successo arrivò grazie all'astuzia di Gates, che in un colloquio con l'IBM riuscì a convincere i dirigenti ad investire nel DOS un sistema operativo ancora non esistente che solo in seguito all'accordo la Microsoft acquistò dalla Seattle Computer Products.
Nel film viene dato molto spazio all'accurata descrizione della personalità dei due rivali, se Jobs infatti viene descritto come uno spirito libero che ha come suo punto di forza la capacità di capire le persone ed i loro bisogni nonostante non venga tralasciato il cinismo che alcune volte esprime, Gates viene rappresentato come un astuto calcolatore, rigido e impassibile pronto a tutto pur di raggiungere i propri obbiettivi.
In seguito alla recente scomparsa di Steve Jobs, molte parole sono state spese in merito ad uno degli uomini che con il suo intelletto e la sua creatività ha completamente rivoluzionato il nostro mondo, la forza e l'importanza della comunicazione più volte ricordata dallo stesso Jobs nei suoi discorsi è mostrata in questo film come una delle più grandi armi e allo stesso tempo degli obbiettivi che persone ambiziose come Jobs inseguivano e continuano ad inseguire.


https://www.youtube.com/watch?v=2K6A-YI5b-I

Jacopo Di Macio

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 01.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum